SATURNALI, VIRGILIO E IDEALIZZAZIONE DELL’ETA’ DELL’ORO

Saturnali, Virgilio e idealizzazione dell’eta’ dell’oro Con Virgilio, l’epoca Augustea, il mito dell’età dell’oro assume anche una importanza specifica come fattore di propaganda politica. In questo periodo, l’età dell’oro rappresenta l’idealizzazione della nuova realtà politica, Saturno è presentato come garante della pace e prosperità, la figura così caratterizzata di Saturno anticipa quella di Augusto, che avrebbe appunto riportato gli aurea saecula. Hic vir, hic est, tibi quem promitti saepius audis, Augustus Caesar, Divi genus, aurea condet saccula qui rursus Latio regnata per arva Saturno quondam; super et Garamantas et Indos proferet imperium: iacet extra sidera tellus Ouesto è l’uomo che spesso ti senti promettere, l’Augusto Cesare, figlio del Divo, che fonderà di nuovo…

Saturnali : Saturno – Kronos  

Saturnali : Saturno – Kronos   Dell’Eta dell’oro il primo a parlarne fu Esiodo nello scritto di “Le opere e i giorni” scritto dela metà del VIII secolo a.C., dove descrive il periodo aureo e le successive dell’argento, l’età del bronzo, l’età degli eroi e l’età del ferro. Di seguito possiamo leggere il periodo dell’età dell’oro: “Prima una stirpe aurea di uomini mortali crearono gli immortali che hanno la dimora sull’Olimpo. Vivevano ai tempi di Crono, quand’egli regnava nel cielo; come dèi vivevano, con il cuore libero dalle angosce, lungi e al riparo di fatiche e miseria, né la triste vecchiaia incombeva su di loro , ma sempre ugualmente forti di membra, nei…

DEA STRENIAE: L’origine della befana

 La DEA STRENIA, antica dea italica di origine Sabina, fu indrodotta in seguito nel pantheon romano e assimilata alla DEA SALUS, era simbolo di prosperità, di salute e buona fortuna. Secondo Varrone e Festo, alla dea erano dedicati un altare (sacellum) e un bosco sacro (lucus) sulla Via Sacra, a Roma. In suo nome ci si scambiavano i doni, solitamente, ramoscelli sacri (Arbor Felix) di alloro e ulivo, aggiungendovi doni di fichi e frutta in genere, con l’augurio che l’anno fosse florido, le si donavano durante i Saturnalia, in onore del dio Saturno . Secondo lo storico Andrea Bacci detto Elpidiano il termine “Strenna” deriverebbe dal latino strēna, vocabolo di probabile origine sabina, con il…

OPALIA

Il 19 dicembre si festeggiava le Opalia, in onore della dea Opi, a Roma le furono dedicati due santuari, uno sul Campidoglio e l’altro nel Foro. La tradizione romana le attribuisce origini sabine, in quanto il culto fu introdotto a Roma da Tito Tazio, il re sabino che secondo la leggenda avrebbe regnato su Roma con Romolo. La Dea Opi proteggeva il grano mietuto e depositato nei granai, ed era associata all’abbondanza agraria. A Roma fu associata nel culto a Saturno e a Conso, forse inizialmente sposa di quest’ultimo, da cui la denominazione Consiva. …Opis dicta est coniux Saturni per quam voluerunt terram significare quia omnes opes humano generi terra tribuit. …Si dice che Opi…

OPICONSIVIA 25 Agosto

Festa in onore della Dea Ops Consiva, antica Dea romana protettrice dell’abbondanza e dell’agricoltura, venne identificata anche con Rea e Cibele. A Roma fu associata nel culto a Saturno e a Conso, forse inizialmente sposa di quest’ultimo, da cui la denominazione Consiva. questa è la testimonianza di Festo: Opis dicta est coniux Saturni per quam voluerunt terram significare, quia omnes opes humano generi terra tribuit  Si dice che Opi sia moglie di Saturno tramite di lei si esplica la terra, poiché la terra distribuisce tutti i beni al genere umano.  Sesto Pompeo Festo, 203:19 Come invece ci riporta Varrone la dea aveva un tempietto nella Regia del Forum, dove potevano entrare solo le vestali….