Saturnali : Saturno – Kronos  

Saturnali : Saturno – Kronos   Dell’Eta dell’oro il primo a parlarne fu Esiodo nello scritto di “Le opere e i giorni” scritto dela metà del VIII secolo a.C., dove descrive il periodo aureo e le successive dell’argento, l’età del bronzo, l’età degli eroi e l’età del ferro. Di seguito possiamo leggere il periodo dell’età dell’oro: “Prima una stirpe aurea di uomini mortali crearono gli immortali che hanno la dimora sull’Olimpo. Vivevano ai tempi di Crono, quand’egli regnava nel cielo; come dèi vivevano, con il cuore libero dalle angosce, lungi e al riparo di fatiche e miseria, né la triste vecchiaia incombeva su di loro , ma sempre ugualmente forti di membra, nei…

DEA STRENIAE: L’origine della befana

 La DEA STRENIA, antica dea italica di origine Sabina, fu indrodotta in seguito nel pantheon romano e assimilata alla DEA SALUS, era simbolo di prosperità, di salute e buona fortuna. Secondo Varrone e Festo, alla dea erano dedicati un altare (sacellum) e un bosco sacro (lucus) sulla Via Sacra, a Roma. In suo nome ci si scambiavano i doni, solitamente, ramoscelli sacri (Arbor Felix) di alloro e ulivo, aggiungendovi doni di fichi e frutta in genere, con l’augurio che l’anno fosse florido, le si donavano durante i Saturnalia, in onore del dio Saturno . Secondo lo storico Andrea Bacci detto Elpidiano il termine “Strenna” deriverebbe dal latino strēna, vocabolo di probabile origine sabina, con il…

LARENTALIA

Larentia, antica divinità agricola, moglie del pastore #Faustolo, nutrice di Romolo e Remo. Larentalia, Larentinalia oppure Accalia erano le festività dedicate ad Acca #Larenzia, nutrice di Romolo e Remo festeggiate il 23 dicembre, ultimo giorno dei #Saturnali (Macrobio, Saturnalia, I, 10) sul Velabro, luogo dove la tradizione vuole sia stata sepolta Acca Larenzia. In seguito la ricorrenza venne festeggiata due volte all’anno per disposizione dell’Imperatore #Augusto. La parola latina “Acca” è di origini sconosciute, in greco il termine akko significa “donna ridicola” mentre in sanscrito akka significa “madre”. Per cui Acca Larenzia potrebbe essere identificata con la Mater Larum o “Madre dei Lari”, ovvero Romolo e #Remo che vennero in seguito celebrati come…

SATURNALIA

Crono nella religione greca era il padre di tutti gli Dei avendo avuto figli dalla sorella. Per paura che i suoi figli lo potessero detronizzare pensò bene di mangiarseli tutti. Riusci nel suo intento tranne con Zeus, unico salvatosi poiché la madre invece di darle il bimbo le diede un fagotto con un sasso al suo interno e, Zeus quando ormai cresciuto, con l’inganno fece bere a Crono una bevanda che lo costrinse a rivomitare i fratelli che si era divorato. Ebbe inizio una lotta che durò dieci anni che vide da una parte Crono, al cui fianco si schierarono i Titani e dall’altra Zeus, al cui fianco c’erano tutti i suoi…

BONA DEA e il Mito

Nella mitologia Bona Dea era in origine la moglie dell’indovino Fauno, sorpresa a bere di nascosto del vino, fu frustata dal marito con rami di mirto, fino a farla morire. Il vino e il mirto, che fu causa e strumento della punizione di Bona Dea, sono banditi durante i rituale celebrati in suo onore. Il mirto non veniva mai usato per adornare gli altari della dea, mentre per il vino veniva usato sotto il falso nome di ‘latte’, e racchiuso in un “mellarium”, vaso da miele. Un’altra versione del mito ci giunge dai Saturnalia 1, 12, 24, di Macrobio dove Bona Dea si chiamava in origine Fauna, ed era la figlia di Fauno. Divinità dall’eros…