SATURNALI, VIRGILIO E IDEALIZZAZIONE DELL’ETA’ DELL’ORO

Saturnali, Virgilio e idealizzazione dell’eta’ dell’oro Con Virgilio, l’epoca Augustea, il mito dell’età dell’oro assume anche una importanza specifica come fattore di propaganda politica. In questo periodo, l’età dell’oro rappresenta l’idealizzazione della nuova realtà politica, Saturno è presentato come garante della pace e prosperità, la figura così caratterizzata di Saturno anticipa quella di Augusto, che avrebbe appunto riportato gli aurea saecula. Hic vir, hic est, tibi quem promitti saepius audis, Augustus Caesar, Divi genus, aurea condet saccula qui rursus Latio regnata per arva Saturno quondam; super et Garamantas et Indos proferet imperium: iacet extra sidera tellus Ouesto è l’uomo che spesso ti senti promettere, l’Augusto Cesare, figlio del Divo, che fonderà di nuovo…

Saturnali : Saturno – Kronos  

Saturnali : Saturno – Kronos   Dell’Eta dell’oro il primo a parlarne fu Esiodo nello scritto di “Le opere e i giorni” scritto dela metà del VIII secolo a.C., dove descrive il periodo aureo e le successive dell’argento, l’età del bronzo, l’età degli eroi e l’età del ferro. Di seguito possiamo leggere il periodo dell’età dell’oro: “Prima una stirpe aurea di uomini mortali crearono gli immortali che hanno la dimora sull’Olimpo. Vivevano ai tempi di Crono, quand’egli regnava nel cielo; come dèi vivevano, con il cuore libero dalle angosce, lungi e al riparo di fatiche e miseria, né la triste vecchiaia incombeva su di loro , ma sempre ugualmente forti di membra, nei…

SOLIS INVICTUS

Nell’anno 274 Aureliano introdusse a Roma il culto del Sol Invictus, cercando di imporlo come culto di stato. Edifica un santuario, che era situato nel Campus Agrippae, l’attuale piazza San Silvestro a Roma, dedicato a questa divinità e proclama, per la prima volta in Occidente, il 25 dicembre giorno di festa in onore del nuovo dio: il Dies Natalis Solis Invicti. L’imperatore stesso si dichiarò suo supremo sacerdote, e che il potere gli fosse stato concesso direttamente da esso, inaugurando così la quasi bimillenaria formula dei re che stanno sul trono per grazia di Dio. La festa del Dies Natalis Solis Invicti divenne via via sempre più importante in quanto si innestava,…

MARZIALE e i REGALI SUPERFLUI

I Saturnali erano tra le feste più sentite nel mondo Romano, erano giorni in cui ci si scambiavano doni, un po come accadrà tra pochi giorni a tutti noi. Come oggi anche tra i nostri avi esisteva l’usanza di riciclare un regalo a noi poco congeniale o poco gradevole per i nostri gusti. Marziale, negli epigrammi ci porta a conoscenza di questa antica usanza, lamentandosi di un tal Umbro, che durante i Saturnali gli avrebbe recapitato tutto ciò che aveva ricevuto nei cinque giorni di festa per disfarsene del superfluo. Marziale ironizzando su tale pratica dice che avrebbe gradito cinque libbre d’argento, portato da un solo schiavo. Omnia misisti mihi Saturnalibus Umber Munera…