OCHE DEL CAMPIDOGLIO

OCHE DEL CAMPIDOGLIO Dal momento della ingnominiosa fuga dei soldati Romani, davanti all’invasione dei Galli di Brenno e del grave pericolo per Roma, alle prese con l’assedio del Campidoglio, la leggenda vuole che i Galli, di notte, tentarono di eludere la sorveglianza dei soldati e del finissimo udito dei cani, ma Marco Manlio fu allertato dallo starnazzare delle oche sacre a Giunone raccolte nel recinto del tempio di Giove. Il provvidenziale schiamazzo delle oche diede il tempo a Marco Manlio di respingere e di chiamare i rinforzi, per questo atto di coraggio Manlio fu chiamato con l’epiteto di Capitolino. Questo è il passo di Tito Livio che narra la storia: Mentre a…

IUNO SOSPITA

IUNO SOSPITA Il primo di febbraio si celebrava la dedicazione del tempio di Iuno Sospira. Giunone era una divinità, legata al ciclo lunare dei primitivi popoli italici. Era l’antica divinità del matrimonio e del parto, spesso rappresentata nell’atto di allattare, la quale assunse, in seguito, le funzioni di protettrice dello Stato, la divinità fu importata da Lanuvio, dove una volta l’anno i consoli romani si recavono per omaggiare e rendergli un sacrificio: …Nolite a sacris patriis Iunonis Sospitae cui omnis consules facere necesse est… …Non vogliate soprattutto strappare dai sacrifici patrii di Giunone Salvatrice a cu è necessario che tutti i consoli facciano sacrifici… Cicerone, pro murena 90 In suo onore erano stati…

OPALIA

Il 19 dicembre si festeggiava le Opalia, in onore della dea Opi, a Roma le furono dedicati due santuari, uno sul Campidoglio e l’altro nel Foro. La tradizione romana le attribuisce origini sabine, in quanto il culto fu introdotto a Roma da Tito Tazio, il re sabino che secondo la leggenda avrebbe regnato su Roma con Romolo. La Dea Opi proteggeva il grano mietuto e depositato nei granai, ed era associata all’abbondanza agraria. A Roma fu associata nel culto a Saturno e a Conso, forse inizialmente sposa di quest’ultimo, da cui la denominazione Consiva. …Opis dicta est coniux Saturni per quam voluerunt terram significare quia omnes opes humano generi terra tribuit. …Si dice che Opi…

7 Marzo : dedicazione del tempio a VEIOVE sul CAMPIDOGLIO 

Il tempio di Veiove era un tempio romano situato sul Campidoglio, a Roma. Il console Lucio Furio Purpurione promise di erigere un tempio dedicato a Veiove nel 200 a.C. durante la Battaglia di Cremona contro i Boi. Diede l’appalto nel 196 a.C. e il tempio venne inaugurato nel 192 a.C. da Quinto Marcio Ralla. Veiove era un dio giovanile infernale italico, protettore della fecondità e del bosco sacro, forse di origine etrusca. L’edificio era situato nella sella tra le due cime del Mons Capitolinus, ovvero tra lo sperone chiamato Arx, dove era presente il tempio di Giunone Moneta, e il Capitolium, sede del tempio di Giove Ottimo Massimo. Nella stessa area era…