Leggi anche

OPALIA

Il 19 dicembre si festeggiava le Opalia, in onore della dea Opi, a Roma le furono dedicati due santuari, uno sul Campidoglio e l’altro nel Foro. La tradizione romana le attribuisce origini sabine, in quanto il culto fu introdotto a Roma da Tito Tazio, il re sabino che secondo la leggenda avrebbe regnato su Roma con Romolo. La Dea Opi proteggeva il grano mietuto e depositato nei granai, ed era associata all’abbondanza agraria. A Roma fu associata nel culto a Saturno e a Conso, forse inizialmente sposa di quest’ultimo, da cui la denominazione Consiva.

…Opis dicta est coniux Saturni per quam voluerunt terram significare quia omnes opes humano generi terra tribuit.

…Si dice che Opi sia moglie di Saturno tramite lei si esplica la terra, poiché la terra distribuisce tutti i beni al genere umano. 

 Sesto Pompeo Festo, 203:19.                                                                          Statua di Livia come Dea Opi, Museo del Bardo, Tunisi

Inserisci un commento