Leggi anche

MANUMISSIO

Manumissio

La manumissio vindicta conosciuta già in epoca regia, era una negoziazione formale e solenne, dove non si tolleravano condizioni o termini. si svolgeva davanti al magistrato, con la presenza del padrone e lo schiavo. Il padrone, affrancatore dello schiavo, assertor libertatis, conduceva questi di fronte ad un pretore, il quale gli toccava leggermente il capo con una verga, detta vindicta, pronunciava la rituale formula della “vindictam imponere”, pronunciando la frase:

«hunc hominem ex iure Quiritium meum esse aio secundum suam causam», 

Il padrone rispondeva rispondeva al magistrato:

hunc hominem liberum esse volo.

poi dopo un gesto di assenso del magistrato un littore toccava lo schiavo con una verga, infine la pronuncia dell’addictio secundum libertatem, permetteva allo schiavo di acquisire la libertà.

Immagine: Rilievo con scena di Manumissio, I sec. a.C. Musée Royal de Mariemont – Belgio.

Fonte: Matteo Marrone, Manuale di diritto privato romano, Torino, G.Giappichelli Editore, 2004, 

I commenti sono chiusi.