Leggi anche

IO SATURNALIA

Io Saturnalia 22 e 23 2018

Io Saturnalia, dai Saturnali a San Nicola a Santa Klaus ad Ostia Antica

SATURNALIA
Il 17 dicembre avevano inizio la grande festa dei Saturnali, che inizialmente avevano una durata di tre, poi la loro durata venne prolungata fino ad arrivare al 24 di dicembre. Seneca descrive una Roma dissoluta, che nei giorni che precedevano i Saturnali erano tutti in preda alla frenesia per la festa:

December est mensis, cum maxime civitas sudat. Ius luxuriae publice datum est; ingenti apparatu sonant omnia, tamquam quicquam inter Saturnalia intersit et dies rerum agendarum; adeo nihil interest ut non videatur mihi errasse qui dixit olim mensem Decembrem fuisse, nunc annum.

È il mese di dicembre, ce frenesia in città. Si è data via libera alla lussuria, tutto risuona di grandiosi preparativi, come se ci fosse differenza tra i Saturnali e i giorni di lavoro, invece non ce alcuna, secondo me non sbagliava chi diceva che una volta dicembre durava un mese e ora invece è dicembre tutto l’anno.
Seneca, Lucilio suo salutem 18, 1.

Il primo giorno dei Saturanali erano dedicati ai riti sacri in onore di Saturno, nei giorni seguenti il popolo si abbandonava a un’allegria sfrenata e trasgressiva e con lo scambio dei ruoli tra padroni e schiavi, per l’occasione durante i banchetti il posto d’onore era riservato agli schiavi , i quali erano serviti a tavola dai loro padroni, una altra tradizione che si è perpetuata fino ai giorni nostri era lo scambio dei doni che solitamente replicas relojes erano piccoli fantocci di pezza, candele e biscotti a forma di statue di divinità e di animali.

I commenti sono chiusi.