AUGUSTO PONTEFICE MASSIMO

Il 6 marzo del 12 a.C. Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto diviene Pontefice Massimo alla morte avvenuta nel 13 a.C. di Marco Emilio Lepido, quest’ultimo seppure costretto a un volontario esilio al Circeo mantenne la carica di pontefice massimo.     Immagine Augusto in veste di Pontifex Museo Nazionale Palazzo Massimo

Plutarco – Amatorius, 13, 756 B

“Tu vuoi  rimuovere  gli  inamovibili  fondamenti  della  nostra  fede  negli  dei, quando  chiedi  per  ciascuno  di  loro  una dimostrazione  razionale. La fede  ancestrale  dei nostri  padri  si fonda  su  se  stessa, non  si  può  trovare ed  escogitare  prova  più chiara  di  essa. Questa  convinzione  è  una  base,  un fondamento  comune  posto  all’origine della  pietà  religiosa; se  in  un  solo punto  viene  messa  in  discussione  la  sua solidità  e risulta  scossa  la  convinzione generale,  essa  diventa  tutta  quanta instabile e  sospetta.“ Plutarco – Amatorius, 13, 756 B.

Catone, citazione in Aulo Gellio, Notti attiche, XI, 18, 18.

“Fures privatorum furtorum in nervo atque in compedibus aetatem agunt, fures publici in auro atque in purpura.”          “I ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene, quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori.”   Catone, citazione in Aulo Gellio, Notti attiche, XI, 18, 18.

Page 27 of 27« First...1020«2324252627