FUOCO SACRO

FUOCO SACRO Le informazioni discordanti, in possesso di Plutarco, attribuiscono l’istituzione del fuoco sacro a Romolo, ed altri a Numa, pur riconoscendogli al primo di avere istituzionalizzato altri riti. replica vacheron constantin Si dice che Romolo abbia per primo introdotto il culto del fuoco sacro, dando il compito di custodirlo ad alcune vergini consacrate, dette Vestali. Altri l’attribuiscono a Numa, ma riconoscono a Romolo l’istituzione di altri riti segnatamente religiosi e tramandano che egli fosse augure e che portasse per l’esercizio della divinazione il cosi chiamato lituo, che è un bastone ricurvo con cui stando seduti gli auguri segnavano gli spazi celesti entro i quali osservare il volo degli uccelli. Λέγεται δέ…

APPIA LA REGINA VIARUM

APPIA LA REGINA VIARUM La via Appia era una strada romana che collegava Roma a Brundisium (Brindisi), uno tra i più importanti porti dell’Italia antica, un porto da cui iniziavano le rotte commerciali per la Greciae l’Oriente. L’Appia, è considerata la regina viarum , è universalmente ritenuta una delle più grandi opere di ingegneria del mondo antico per l’enorme impatto economico, militare e culturale che essa ha avuto sulla società romana. I lavori per la costruzione iniziarono nel 312 a.C. per volere del censore Appio Claudio Cieco, che fece ristrutturare ed ampliare una strada preesistente che collegava Roma ai Colli Albani, prolungandola fino a Capua, da alcuni anni posta sotto il controllo romano. Alla metà del III sec. a.C. il tragitto fu esteso fino a Maleventum, in cui erano stati da poco inviati…

DEVOTIO

DEVOTIO La devotio era una pratica mistica in uso nell’antica Roma secondo la quale il comandante dell’esercito romano si immolava agli Dei Mani per ottenere, la salvezza e la vittoria dei suoi uomini. Solitamente a immolarsi erano il console o il dittatore romano, ma in alcuni casi il sacrificio poteva essere esercitato anche da un qualsiasi cittadino romano. Le devotiones erano pratiche affini alle defixiones, l’offerente pregava una divinità, non necessariamente infera, per domandare, giustizia per un qualche torto subito o che supponeva di subire. Un esempio di estremo sacrificio fu compiuto nel 340 a.C. dal console romano Publio Decio Mure, combattendo contro i Latini, dopo aver consultato gli auspicia prima della battaglia del Vesuvio e riscontrando che erano sfavorevoli, chiese al pontefice come avrebbe potuto sacrificarsi per salvare i suoi uomini, attirando su di sé la…

OCHE DEL CAMPIDOGLIO

OCHE DEL CAMPIDOGLIO Dal momento della ingnominiosa fuga dei soldati Romani, davanti all’invasione dei Galli di Brenno e del grave pericolo per Roma, alle prese con l’assedio del Campidoglio, la leggenda vuole che i Galli, di notte, tentarono di eludere la sorveglianza dei soldati e del finissimo udito dei cani, ma Marco Manlio fu allertato dallo starnazzare delle oche sacre a Giunone raccolte nel recinto del tempio di Giove. Il provvidenziale schiamazzo delle oche diede il tempo a Marco Manlio di respingere e di chiamare i rinforzi, per questo atto di coraggio Manlio fu chiamato con l’epiteto di Capitolino. Questo è il passo di Tito Livio che narra la storia: Mentre a…

IO SATURNALIA

Io Saturnalia 22 e 23 2018 Io Saturnalia, dai Saturnali a San Nicola a Santa Klaus ad Ostia Antica SATURNALIA Il 17 dicembre avevano inizio la grande festa dei Saturnali, che inizialmente avevano una durata di tre, poi la loro durata venne prolungata fino ad arrivare al 24 di dicembre. Seneca descrive una Roma dissoluta, che nei giorni che precedevano i Saturnali erano tutti in preda alla frenesia per la festa: December est mensis, cum maxime civitas sudat. Ius luxuriae publice datum est; ingenti apparatu sonant omnia, tamquam quicquam inter Saturnalia intersit et dies rerum agendarum; adeo nihil interest ut non videatur mihi errasse qui dixit olim mensem Decembrem fuisse, nunc annum….

FESTA DELL’ALBERO PARCO DEL DRAGO

FESTA DELL’ALBERO PARCO DEL DRAGO 17 dicembre 2018 “Affinché acqua non ci separi : St. Nicholas gift giver  – le origini del dono” Cvltvs Deorvm Ostia Antica era presente, insieme ai plessi scolastici : Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II  – Dragoncello                                            Istituto Comprensivo Marco Ulpio Traiano  – Dragona Scuola Russa Puskin di Ostia”  

PREGHIERA AD APOLLO

Preghiera ad Apollo Timbreo è un appellativo di Apollo, così chiamato dalla città di Timbra, nella Troade, antica località dell’Anatolia, dove sorgeva un tempio dedicato al suo culto (cfr. Aen. III 85, Georg. IV 322).  orologi replica Thymbraee, domum; da moenia fessis et genus et mansuram urbem; serua altera Troiae Pergama, reliquias Danaum atque immitis Achilli. quem sequimur? quoue ire iubes? ubi ponere sedes? da, pater, augurium atque animis inlabere nostris Dacci, o Apollo (Timbreo), una dimora nostra, siamo uomini stanchi, donaci una terra, una stirpe, una patria che duri nel tempo, un’altra Pergamo troiana Porta in salvo ciò che è sfuggito alla strage dei Greci e del feroce Achille. Chi ci guiderà…

Page 1 of 4712345»102030...Last »