Leggi anche

AEGERIA

…Lucus erat quem medium ex opaco specu fons perenni rigabat aqua. Quo quia se persaepe Numa sine arbitris velut ad congressum deae inferebat, Camenis eum lucum sacravit, quod earum ibi concilia cum coniuge sua Egeria essent. 

…C’era un bosco, nel mezzo, attraversato da una fonte d’acqua perenne che sgorgava da un’oscura grotta. E poiché Numa assai spesso vi si recava senza testimoni, per incontrarsi con la dea, consacrò quel bosco alle Camene poiché qui esse si ritrovavano con Egeria, sua sposa.

Tito Livio, Storia di Roma I – 21

Immagine: Ninfeo di Egeria del parco della Caffarella – Roma               Foto di Parco della Caffarella

Inserisci un commento